Carrello

La società è nata agli inizi del 2014 a seguito di un progetto congiunto tra il territorio di Matelica (Prov. di Macerata, Marche) e la cantina RPO.VI.MA, la più antica della regione.

La produzione di vino è composta principalmente dal DOC locale, in particolare il bianco “Verdicchio di Matelica” e il rosso “Colli Maceratesi”. Il nostro obiettivo è quello di promuovere al meglio i prodotti di questa grande azienda, che ha le ra- dici in Matelica sin dal 1932.

La nostra squadra è altamente formata e conosce il grande potenziale dei suoi vini. L’uva vendemmiata col metodo classico e lavorata con le attrezzature più moderne proviene principalmente da vigneti di Matelica che si trovano a 300-350 metri di altezza sopra il livello del mare.

Il Verdicchio di Matelica è un vino relativamente giovane, la sua fama è dovuta principalmente al Verdicchio dei Castelli di Jesi.

Dal 1967 il Verdicchio di Matelica viene prodotto con la DOC. I rispettivi vigneti sono gestiti in modo autonomo dagli agricoltori. Con l’aiuto di esperti di vino e produttori altamente motivati siamo riusciti a produrre un grande vino con un sapore unico che si differenzia dal Verdicchio dei Castelli di Jesi.

Nel 2009 arriva la DOCG per il Verdicchio di Matelica Riserva.

La tradizione vinicola ha inizio intorno al VII-VIII secolo a.C.: In una tomba reale di quest’epoca, tra le altre cose, sono stati scoperti semi della vite “Vitis Vinifera”. Durante il periodo romano il “municipium Matilica” (nome originale di Matelica) ha raggiunto il suo picco economico e culturale. Dopo l’epoca romana Matelica cade sotto il dominio dei Longobardi e nel 1150 viene dichiarata città libera.

Nel 1266 Matelica viene quasi completamente distrutta da un incendio, data che coincide anche con l’acquisizione delle Marche sotto il dominio diretto del Papa. Dal XIV all’inizio del XX secolo si trova a Matelica una orente industria della lana-tessile. Dopo le due guerre mondiali diverse aziende di confezionamento e ingegneria meccanica si stabiliscono nella regione. Viticoltura, apicoltura e allevamento sono le princi- pali fonti di reddito della regione.

VERDICCHIO

Colore giallo paglierino. Vino giovane, fruttato. Sapido e fresco. Ottimo come aperitivo e in abbinamento a pesce e carni bianche.

SAN VITO

Colore giallo dorato. Aromi di frutta gialla, aromatico con leggere note floreali. Buon corpo e acidità equilibrata per un lungo finale. Ottimo accompagnatore di eleganti piatti della cucina italiana.

Newsletter